SEI SCRITTORI IN CERCA DI UN MAGAZINE​

 

«Mi piacerebbe che la radio avesse anche un magazine!»
Ho esordito così una sera mentre lavoravo ad un evento di beneficienza con i miei colleghi speaker in cui la radio era media patner. Io, Jacopo e Martina stavamo facendo una piccola pausa e tra una parola e l’altra ho espresso timidamente il mio desiderio, temendo che l’idea potesse sembrare una pazzia. E invece non è accaduto questo: il mio “progetto segreto” piacque molto a Jacopo, il vice presidente di Radio Wau che, da “feticista della carta” come me, ne fu entusiasta. Una settimana dopo abbiamo presentato il progetto in riunione e, insieme a Martina (il nuovo presidente della radio), Simone (responsabile eventi sportivi) e Cristiana (responsabile eventi musicali), abbiamo messo su WAUZINE, il magazine della radio universitaria ed io, Sara, sono stata “incoronata” caporedattore.
La nostra piccola redazione, però, aveva bisogno di gente nuova, che amasse il profumo della carta, scrittori e non, di studenti che fossero appassionati di giornalismo e di tutto ciò che è cultura. E così, come in “Sei personaggi in cerca d’autore” del buon caro Pirandello, ci siamo messi alla ricerca di studenti e studentesse che facessero al caso nostro. Siamo stati felici nello scoprire che all’interno dell’università si nascondevano tanti studenti desiderosi di mettere su carta i loro pensieri e non tenerli più chiusi in un cassetto. Il loro entusiasmo ci ha lusingato e siamo stati contenti nel vedere che avevano così tante idee da proporre: avevamo finalmente trovato i nostri sognatori, come quelli descritti da Dostoevskij ne “Le notti bianche”, pronti a tuffarsi in questa nuova avventura insieme a noi.
Questa è la storia del primo magazine di Radio Wau, un progetto autofinanziato, realizzato tra una lezione e l’altra, tra un esame e un caffè di troppo, tra una sigaretta e due chiacchere tra amici, nelle notti in cui Morfeo tardava ad arrivare e nei ritagli di tempo.
Wauzine, sarà un mensile che verrà pubblicato sul sito www.radiowau.it . Ebbene sì, da quest’anno Radio Wau avrà anche un sito sul quale potrete trovare tutte le informazioni riguardati la radio, sui programmi, sul nostro splendido staff, sugli eventi targati Radio Wau (e non solo), e poi ancora concerti, presentazioni di libri, e ovviamente uno spazio dedicato al magazine su cui troverete articoli di cultura, attualità, sport, eventi, musica, interviste, arte, cinema, libri e tanto altro.
La nostra rivista verrà anche pubblicata in versione cartacea, perché noi, da bravi amanti dei giornali, di riviste e di libri abbiamo bisogno di sentire sotto le nostre dita la sensazione della carta, di poter sottolineare le frasi o le citazioni che più ci piacciono, di sentire il profumo dei fogli appena stampati, un pò come quando da bambini entravamo in una cartoleria e sentivamo il profumo di matite (in realtà io lo sento ancora).
Anche se siamo dei sostenitori del formato cartaceo, se appoggiamo l’idea che nel mondo è molto importante che ci siano riviste cartacee e non solo online, perché diciamocelo: sullo smartphone o sugli iphone sarà pure tutto più veloce, a portata di mano, o come si dice di un clic, ma non dimentichiamoci del piacere che si prova quando la mattina facciamo colazione sfogliando il giornale e leggendo le notizie del giorno, o quando tra una pausa e l’altra ci fermiamo al bar per bere un caffè e ne approfittiamo per leggere il quotidiano, o sotto l’ombrellone con il rumore delle pagine che svolazzano, o sul treno, o magari vicino al camino al calduccio (che visto il clima direi che è la “location” più adatta), nonostante siamo e difendiamo tutto questo, non verranno stampate molte copie cartacee poiché, come ben sapete, la stampa e la carta hanno un costo e il nostro progetto, quello del magazine appunto, è autofinanziato, per cui vi chiediamo se gentilmente, qualora non doveste essere interessati a Wauzine, di non buttarlo o stropicciarlo, lasciatelo lì dove l’avete trovato, lasciatelo a coloro che avranno voglia di leggerlo, o magari prendetelo e regalatelo ad un amico/a che sarà felice di poterci dare un’occhiata!
Con il numero zero, abbiamo voluto metterci in gioco, farci conoscere, fare “coming out”, abbiamo messo da parte le nostre inibizioni, la nostra paura che ciò che scriviamo potrebbe anche non piacere a tutti e, chi con una penna e un taccuino, chi sul pc, ha scritto ciò che riteneva essere interessante e adatto alla rivista. Con quest’uscita vogliamo darvi un piccolo assaggio di ciò che sarà Wauzine.
Buona lettura.

Redattore Capo
Sara Rucco

Facebook Comments